La gallina d’oro con i pulcini d’oro

Un tempo, le nonne di Artimino, raccontavano ai loro nipotini un’antica filastrocca della quale, oggi, si sono perse le tracce. Essa narrava che a Prato Rosello ci fosse un tesoro ed una gallina d’oro con pulcini d’oro. Questa novella ci ricorda un po’ quello che a Chiusi si racconta a proposito della presunta tomba di Porsenna; anche qui si narra di un tesoro e di una gallina con cinquemila pulcini d’oro. A Prato Rosello, dove secondo la filastrocca raccontata dalle nonne di Artimino doveva esserci il tesoro con la gallina ed i pulcini d’oro, nel 1966 è stata individuata un’antica necropoli etrusca.

A tutt’oggi, dalla necropoli, sono state portate alla luce cinque tombe etrusche e la splendida tomba a pozzo del “Guerriero di Prato Rosello”.

Il tesoro, alla fine, è stato trovato davvero e sono gli splendidi reperti che provengono dalle tombe della necropoli etrusca tra i quali spiccano il bellissimo incensiere in bucchero con iscrizione in etrusco settentrionale ed il corredo, recuperato intatto anche se bisognoso di un accurato restauro, della tomba del Guerriero.

Oggi, tutti questi oggetti, insieme a molti altri provenienti da sistematiche campagne di scavo nel territorio Carmignanese, si possono ammirare all’interno del Museo Archeologico di Artimino.

    Cerca nel sito

    Ottobre: 2020
    L M M G V S D
    « Feb    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  

    GAC
    Gruppo Archeologico Carmignanese
    C.F. 92004510480

    Puoi trovare la sede del gruppo:
    Via Carmignanese, n.13
    59015 Carmignano (PO)

    Per informazioni:
    info@g-archeocarmignano.it